Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Per acconsentire all'uso dei cookies e proseguire nella navigazione cliccare sul pulsante OK.

Per leggere l'informativa sulla privacy, cliccare sul pulsante INFORMATIVA e poi sul pulsante OK.

Le confessioni cristiane

I cristiani sono uniti dalla fede:

• in un Dio Unico in tre persone uguali e distinte: Padre, Figlio e Spirito Santo (Santissima Trinità);

• in Gesù Cristo, Figlio di Dio, che si è fatto uomo e ha salvato tutti gli uomini con la sua morte e resurrezione;

• nella Chiesa, nella quale si entra mediante il Battesimo e che costituisce il corpo mistico di Cristo.

La Bibbia, divisa in Antico e Nuovo Testamento è il libro sacro dei cristiani che la considerano Parola di Dio.

Per molteplici ragioni storiche, dottrinali e politiche, la Chiesa, nel corso dei secoli, si è divisa in:

• confessione Cattolica

• confessione Ortodossa

• confessione Protestante.

L'ortodossia

Il termine ortodosso significa Retta dottrina.

I fedeli delle chiese ortodosse sono circa 200 milioni, pari all’8% di tutti i cristiani.

La maggior parte degli ortodossi (48%) vive nella Russia europea, il 37% in Grecia, Bulgaria, Romania, Serbia. Consistenti comunità ortodosse si trovano negli Stati Uniti.

001.world religions

Chiese orientali separate da Roma

Chiesa nestoriana

Nasce a seguito dell’eresia di Nestorio (381-451 ca.), secondo il quale in Gesù esistono due persone separate, una divina e una umana, e Maria non può essere chiamata Madre di Dio.

02confcristChiese monofisite

Seguono l'eresia del monaco Eutiche 370-454), che riconosce in Cristo la sola natura divina. Presenti in Egitto, Etiopia, Siria, India e America, si suddividono in Chiesa copta, Chiesa etiopica, Chiesa armena, Chiesa giacobita.

Chiese bizantine ortodosse

Divise da Roma dal 1054, professano, insieme alla Chiesa cattolica, la fede in Cristo, nella Trinità, nella Bibbia; accettano i decreti dei concili di Nicea (325), Efeso (431) e Calcedonia (451), ma non riconoscono il Pontefice Romano come capo supremo della Chiesa.

Si dividono in:

  • Chiese autocefale: riconosciute dalle altre Chiese ortodosse come indipendenti. Sono: il Patriarcato ecumenico di Costantinopoli, ilPatriarcato d’Alessandria, il Patriarcato d’Antiochia, il Patriarcato di Gerusalemme; i patriarcati di MoscaJugoslaviaRomaniaBulgaria,Georgia; le Chiese di Cipro, Grecia, Polonia, Cecoslovacchia, Albania, America.
  • Chiese autonome: si amministrano da se stesse, ma il loro metropolita viene designato e consacrato da una Chiesa più antica. Sono lechiese di Creta, Finlandia, Sinai, Ungheria e Cina.

I simboli dell'ortodossia

03confcrist  

• Croce a tre braccia (riferimento alla Trinità)

• Buon pastore

• ancora

• pesce

• agnello

• pellicano

• pane e vino.

Un posto privilegiato è riservato alle icone, che "rendono presente" il mistero di Dio.

jesus 6 

 

La dottrina dell'ortodossia

Gli ortodossi danno particolare risalto alla resurrezione, alla Trinità e allo Spirito Santo che, a differenza del credo cattolico, ritengono procedente dal Padre attraverso il Figlio.

Riconoscono il sacerdozio, l’episcopato, la vita monastica e il culto dei santi.
Un’attenzione particolare è riservata a Maria, riconosciuta come "Tuttasanta", "Immacolata", "Senza macchia", venerata come Madre di Dio e sempre raffigurata insieme a Gesù.
Le chiese ortodosse non riconoscono l’autorità universale del Papa di Roma.

 
 04confcrist

 

Il culto dell'ortodossia

L’Eucarestia è celebrata con grande solennità: uso di incenso, canti, benedizioni, luci di candele.Durante la consacrazione, il sacerdote è nascosto da un paravento chiamato iconostasi.La comunione è somministrata sotto le specie del pane e del vino. Il pane è lievitato.

Gli ortodossi hanno gli stessi sacramenti dei cattolici. Il rito del Battesimo prevede la triplice immersione.
I preti ortodossi, "Pope",  possono essere anche sposati, a differenza dei vescovi e dei monaci.
Le chiese ortodosse russa e serba seguono il calendario giuliano e celebrano il Natale il 7 gennaio, e la Pasqua la domenica successiva alla Pasqua cattolica.
05confcrist

Chiese orientali unite a Roma

 Sono formate da gruppi di fedeli delle chiese precedenti che si sono riuniti alla  Chiesa cattolica. Sono chiamati uniati. Particolare importanza ha la Chiesa  melchita, che riunisce i cattolici degli antichi patriarcati di Antiochia, Alessandria e Gerusalemme.

06confcrist

 

Le chiese protestanti

07confcrista 

Dal rifiuto di riconoscere l’autorità del Papa e dal libero esame della Scrittura, deriva, all'interno del protestantesimo, una vera e propria polverizzazione di chiese.

Coloro che si riconoscono nelle varie confessioni nate dalla Riforma, sono circa quattrocento milioni.

Elenchiamo le principali. Chiesa luterana e Chiese riformate, o presbiteriane, che seguono le 
dottrine di Lutero (1483 1546), Zwingli (1484 1531) e Calvino (1509-1564).
Mennoniti (1535), Congregazionalisti (1609), Battisti (1640), Quaccheri (1660), Metodisti (1729), Pentecostali (1886), Esercito della salvezza (1865).

07confcristb

I simboli del protestantesimo

10confcrist
  • Crocifisso senza il corpo di Cristo, per sottolineare la fede nella Risurrezione
  • Libro della Bibbia aperto
  • ritratti dei maggiori riformatori, non utilizzati però come immagini di culto
  • Buon pastore
  • ancora
  • pesce
  • agnello
  • pellicano
  • pane e vino.
08confcrist

 

La Bibbia per i protestanti

La Bibbia è al centro della vita dei protestanti e ispira tutta la dottrina, la fede e la morale.
La Bibbia dei protestanti condivide con la Bibbia ebraica i 39 libri dell’Antico Testamento e con quella cattolica i 27 libri del  Nuovo Testamento.
09confcrist

 

La dottrina protestante

• "solo Fede": l’uomo è accettato da Dio per la fede nell’opera salvifica di Cristo e non per i propri meriti;

• "solo Grazia": l'uomo è salvato dalla Grazia di Dio e dalla fede in Lui, e non dalle opere buone che compie.

• "solo Scrittura": la Bibbia è l’unico punto di riferimento per tutto quanto riguarda la morale, il culto e la dottrina, e il credente la può interpretare senza alcuna mediazione;

• il rapporto con Dio è diretto;

• il sacerdozio non è ministeriale, ma universale dei fedeli e in alcune chiese aperto a donne.

• i sacramenti riconosciuti sono solo il Battesimo e l' Eucarestia;

• non si attua alcuna forma di culto per la Madonna e i santi.

Il culto dei protestanti

Il culto evangelico non richiede la presenza del sacerdote perché è solo la commemorazione del sacrificio di Cristo e l'invocazione del suo Spirito.
Si svolge in genere nel seguente ordine:
• lettura della Scrittura e commento
• preghiere
• riconoscimento dei peccati
• canto
• celebrazione dei sacramenti ( Battesimo e Cena del Signore).

10bconfcrist

La Chiesa d'Inghilterra

La Chiesa Anglicana sorge in Inghilterra nel 1534 al tempo del re Enrico VIII e combina elementi luterani, calvinisti e
11confcristcattolici che riassume in 39 articoli di fede.

Divisa nelle due provincie di Canterbury e York è guidata dal sovrano inglese con l'arcivescovo di Canterbury al quale viene riconosciuto un primato d'onore sugli altri vescovi. Dal punto di vista dottrinale esiste una differenziazione fra Chiesa Alta, più vicina al cattolicesimo, e Chiesa Bassa, più vicina al protestantesimo.

La Chiesa anglicana recentemente ha concesso anche alle donne la possibilità di diventare sacerdoti.

Le sette

Alcuni gruppi religiosi, chiamati sètte o nuovi movimenti religiosi o movimenti religiosi alternativi, derivano dalle precedenti chiese protestanti, ma non sono da esse accolti nel Concilio Mondiale delle Chiese.

I principali sono: Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (Mormoni), USA 1830; Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno (Avventisti), USA 1844; Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati di Pennsylvania (Testimoni di Geova), USA 1881; Chiesa di Dio Universale, USA 1934; Chiesa del Regno di Dio (Amici dell'Uomo), Svizzera 1920.
 
12confcrist